mercoledì 21 marzo 2012

IL GIARDINO DEI RAGGI DI LUNA di Sarah Addison Allen

FRESCO COME UNA SERA ESTIVA,
INTENSO COME IL PROFUMO DI UN DOLCE APPENA SFORNATO.



Recensione

E' il primo romanzo della Allen che leggo e sono rimasta affascinata dal suo potere incantatore, nonostante la semplicità della storia. Questo a dimostrazione che non è necessario ricercare nei meandri della materia grigia, trame contorte. Anche in appena 244 pagine si può intrappolare il lettore con naturalezza.
La storia per me non è inedita, ricorda un pò i personaggi in Sekrets di Elisabeth Chandler. Ma già dai primi capitoli il modo di scrivere della Allen ti trascina in un'atmosfera intrigante, pervasa da colori e profumi quasi percepibili. I personaggi non sono mai scontati o prevedibili e si "intrecciano" magistralmente. Tutto è circonfuso da un alone di magia e segreti pericolosi che tengono il lettore sul filo continuo della curiosità. Una volta aperto non riesci assolutamente a chiuderlo se non dopo aver letto i ringraziamenti.
Due i messaggi che ho colto forti e chiari:
Ognuno ha diritto ad una seconda possibilità.
Dagli errori del passato si possono costruire stabili fondamenta per il futuro.

Il passato torna a bussare alla porta dei vari personaggi, per alcuni gli errori commessi vent'anni prima saranno il vero collante per la felicità nel presente;  Emily e Win dovranno affrontare risentimento e pregiudizi per poter dimostrare che l'amore può affrontare qualsiasi verità, anche quella che può far male.
La "cornice" magica rende la storia ancora più "fragrante".

La copertina è molto bella anche al tatto perché le farfalle sono in rilievo. Peccato il prezzo che è davvero alto per 244 pagine (ci sono case editrici che per 9.90 euro ti offrono libri rilegati e con sovracopertina).
Consigliato a chi vuol leggere qualcosa di leggero ma intenso.

Trama

Emily ha diciassette anni, è appena rimasta orfana, e parte per Mullaby, il paesino del Nord Carolina dove la madre era nata.
Spera di scoprire laggiù alcuni misteri sulla propria famiglia. Ma la attendono molte sorprese
Arrivata nella casa del nonno, l’intraprendente Emily si accorge ben presto che gli abitanti di Mullaby si guardano bene dall’aiutarla. Anzi, i vecchi conoscenti della madre sembrano volerla evitare, come se il suo nome fosse avvolto da un malefi cio.
E mentre Mullaby finge una vita tranquilla, Emily realizza che i misteri e le stranezze sono all’ordine del giorno – stanze dove
la carta da parati cambia a seconda dell’umore di chi la guarda, un uomo gigante “così alto da riuscire a vedere ciò che accadrà domani”, strani fasci di luce che spazzano i cortili a mezzanotte.
E una bizzarra vicina, Julia, con le braccia piene di cicatrici, che sforna in continuazione biscotti davanti alla finestra spalancata.
Come mai nessuno vuole rammentare gli anni della giovinezza della madre di Emily? E cos’è quella storia d’amore, di cui si parla a mezza voce, che ha spezzato il cuore e la vita di un giovane del paese?
La verità non è quella che Emily si aspettava. Perché in quel paese di curiose stramberie, dove il tempo scorre più lentamente che in ogni altro luogo, la fortuna sorride a chi sa assaporare il lato magico della vita.

4 commenti:

Nippi ha detto...

Come sempre, recensione fantastica!! E ora mi hai messo una gran curiosità!

foschia75 ha detto...

Ciao Ila, se ho due minuti ti chiamo stasera! Il libro è molto piacevole, ma troppo caro....forse potresti aspettare l'e-book (sai a cosa mki riferisco)!

sangueblu ha detto...

Fantastica,foschia...
Le tue recensioni invogliano sempre! Ma anche io aspetterò eventualmente una versione economica o l' e-book!...Tanto nel frattempo da smaltire ne ho un po' di titoli!! ^_^ Sob!!

foschia75 ha detto...

Ciao angel, ho appena finito la Kenyon.....tisana alla lavanda!!! Mi devo ancora calmare......ma come fa Ash a rapirmi così anche quando fa solo la comparsa? E che comparsa!!!!!