giovedì 23 febbraio 2012

SPECIALE TRILOGIA DELLE GEMME di Kerstin Gier

Questo speciale è dedicato a tutti coloro che come me hanno un cuore di marzapane.. spero non me ne vogliate se parto dalla fine.



Titolo: Green
Autore: Kerstin Gier
Editore: Corbaccio
Prezzo: 18,60 €



TRAMA

Che si fa quando si ha il cuore a pezzi? Si telefona alla migliore amica, si mangia cioccolato e ci si macera nel proprio dolore. Solo che Gwendolyn, viaggiatrice nel tempo suo malgrado, dovrebbe conservare tutte le sue energie per altre cose: sopravvivere, per esempio. Perché la trappola che il temibile conte di Saint Germain ha costruito nel passato è pronta a scattare nel presente. E per riuscire a trovare la soluzione dell’oscuro segreto, Gwen e Gideon, fra un litigio e l’altro, dovranno buttarsi a capofitto nei secoli passati cercando di schivare pericoli mortali.


LA MIA RECENSIONE

E così si è conclusa questa meravigliosa Trilogia, e mai un titolo è stato più azzeccato: ogni libro è stato per me prezioso, proprio come le gemme che hanno dato il nome a questi romanzi. Sono rimasta completamente stregata dalle avventure di Gwendolyn e il suo personaggio, con pregi e difetti, è stato uno dei miei preferiti fino ad adesso letti. Trovo che in lei la sua perfezione sia dovuta soprattutto alle sue debolezze.. e c’è da rendere atto anche che la Gier l’ha resa così reale, così "mia amica" che avrei voluto passarci ore al telefono ed esserle accanto quando ne aveva bisogno. Anche in Green ritroviamo la sua simpatia spassosa che ci regala grasse risate ma ho provato nei suoi confronti anche tanta tenerezza; a partire dalle pene d’amore che deve sopportare e che riportano indietro col tempo al primo amore, fino alla scoperta di importanti segreti riguardanti la sua famiglia..

Bellissimo il cameratismo che si crea con i fratellini, Caroline e Nick, con la paffutella, profetica e stramba visionaria zia Maddy,con l’amica del cuore Leslie sempre pronta ad aiutarla e spalleggiarla nei momenti di difficoltà, all’impenetrabile e inquietante maggiordomo Mr Bernhard che si svelerà un amico leale.

 E se di amicizia vogliamo continuare a parlare non possiamo non tirare in ballo il – come lui stesso si è definito – "più figo, più pericoloso, più utile.. l’accompagnatore più fedele, più bello e più intelligente che ci si potrebbe mai augurare di avere.", fantasma e demone-doccione tanto tenerone, XEMERIUS, che non solo ha rallegrato la nostra eroina, ma da quanto ho amato questo personaggio, da quanto mi è entrato nel cuore, l’ho cercato in tutte le pagine sapendo che una volta finito il libro, mi sarebbe mancato..

Bello anche il risvolto romantico anche se è passato un tantino in secondo piano. Certo, sono stata contenta che dopo tante sofferenze, battibecchi, sfuriate e incomprensioni, anche il rapporto con Gideon si chiarisca e che lui si ritrovi a dare una svolta scegliendo da che parte stare, ma questa volta, l’amore, ha fatto solo da cornice a un’avventura così pazzescamente bella.

423 pagine di avventure rocambolesche, salti nel tempo, balli in costume, baci appassionati, adrenalina, lacrime e risate, portano alla risoluzione di questo intricato puzzle, dove ogni piccolo tassello troverà la sua giusta collocazione, e insieme verrà fatta chiarezza portando a termine la profezia. Una volta tanto ho anche desiderato che non finisse qui.. ma va bene così, d’altronde tutte le cose belle finiscono, e questo finale è stato davvero strabiliante.

Tanti complimenti alla signora Kerstin Gier per aver scritto ciò che ho letto e, se non si fosse capito, che tanto mi è piaciuto!

..Se ve lo consiglio??
 Beh, se siete pronti ad un viaggio emozionante, sì, ma dovete essere preparati alla nostalgia che vi attanaglierà lo stomaco dopo aver chiuso Green..







Titolo: Red
Autore: Kerstin Gier
Editore: Corbaccio
Prezzo:16,60


TRAMA
Per l’amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all’altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. Da quando, a causa della morte del padre, si è trasferita con la mamma e i fratelli in quella casa, la sua vita le sembra sensibilmente peggiorata. La nonna, Lady Arisa, comanda tutti a bacchetta con piglio da nobildonna e con l’aiuto dell’inquietante maggiordomo Mr Bernhard, e zia Glenda considera lei, Gwen, una ragazzina superficiale e certamente non all’altezza del nome dei Montrose. E poi c’è Charlotte, sua cugina: capelli rossi, aggraziata, bravissima a scuola e con un sorriso da Monna Lisa. E’ lei la prescelta, colei che dalla nascita è stata addestrata per il grande giorno in cui compirà il suo primo salto nel passato. Charlotte si dà un sacco di arie, ma Gwen proprio non la invidia: sa bene che si tratta di una missione pericolosissima non solo per la sua famiglia ma per l’umanità intera, e da cui potrebbe non esserci ritorno. E non importa se Charlotte non viaggerà sola ma sarà accompagnata da un altro prescelto, Gideon de Villiers, occhi verdi e sorriso sprezzante… Gwen non vorrebbe davvero trovarsi al suo posto. Per nulla al mondo…


LA MIA RECENSIONE

Questo libro è stata una vera e propria botta di originalità nel panorama dell’urban fantasy..
Ultimamente escono una miriade di YA e, ad essere molto positivi, su dieci se ne salva uno, ma non tanto per l’originalità quanto per il poco spessore che vi ho trovato.
Red è un caso a se: può terribilmente piacere anche a un’attempata adolescente come me, può far ridere a crepapelle anche a una più che cresciutella ragazza come me e può far fare le ore piccole anche ad una mamma trentaseienne, stanca morta, ma con una crisi di astinenza senza le avventure della divertentissima protagonista Gwendolyn, proprio come a me.
Red è il primo capitolo della serie delle gemme che si preannuncia un piccolo capolavoro; appena finito, il primo pensiero che mi è venuto in mente è stato "un romanzo sicuro di sé", ovvero la Gier ha scritto in maniera così disinvolta, senza fronzoli e sicura dell’impatto positivo che avrebbe suscitato nel lettore che è difficile muoverle critiche. Pertanto non si può far altro che "rispettare" ogni singola frase e farsi trascinare nei viaggi temporali, nei misteri e nei personaggi, e fantasticare come sarebbe bello poter vedere con i propri occhi luoghi ed atmosfere, usanze e credenze di altri tempi… e quale città migliore se non Londra per suggestionare noi lettori?
Tutti i personaggi sono ben caratterizzati, sicuramente alcuni di "contorno" potevano essere approfonditi di più ma credo che nei prossimi libri sarà fatto. La storia segue un filo logico, sempre chiaro e mai una volta ho perso il filo del discorso.. L’autrice è stata davvero brava a far si che personaggi e situazioni rimanessero sempre ben piantati in carreggiata senza mai prendere cantonate che avrebbero portato il lettore verso uno stato confusionale, visto e considerato che c’è già un intricato collegamento tra passato, presente e futuro non subito ben assimilabile.
Se poi, come a me, piacciono anche i risvolti romantici, vi troviamo pure questo: bella e pulita la storia d’amore che nasce tra Gwendolyn e Gideon, di quelle che ti riportano alla mente il primo amore e il primo batticuore..
Consigliatissimo, da non perdere!!







Titolo: Blue
Autore: Kerstin Gier
Editore: Corbaccio
Prezzo:16,60€

TRAMA
Viaggiatrice nel passato suo malgrado per un dono di famiglia, Gwen, giovane londinese che vorrebbe avere a che fare con i problemi tipici della sua età e dei suoi compagni di scuola, si trova catapultata da un secolo all'altro con una pericolosa missione da compiere. Peccato che non sappia di chi può fidarsi, dei Guardiani del Tempo o del terribile Conte di Saint Germain, dell'affascinante ma scostante Gideon o dell'invidiosa cugina Charlotte. A un certo punto l'unico vero amico sembra essere Xemerius... un gargoyle col muso di gatto...



LA MIA RECENSIONE


Anche a distanza di ore, dopo aver chiuso l’ultima pagina di Blue, non sono riuscita a togliermi dalla testa Gwendolyn, Gideon, Leslie e company, e il più esilarante fantasma demone-doccione della storia..
Se già Red mi aveva affascinata, con Blue mi dichiaro completamente innamorata persa di questa MERAVIGLIOSA "Trilogia delle Gemme".
Nel primo libro è stata l’originalità della storia che mi è piaciuta, i personaggi, l’atmosfera londinese e l’immedesimarsi con Gwendolyn nei suoi primi viaggi temporali dove ha potuto vedere cose e persone di tanto tempo fa.. alcune rimaste uguali, altre cambiate, altre perse per sempre.
Nel secondo libro, si comincia ad entrare nel vivo, nel fulcro palpitante di tutto quello che riguarda il ruolo della dodicesima viaggiatrice. Intrighi, colpi di scena, incontri nel passato con persone del presente, presente vincolato ad un passato oscuro, personaggi ambigui, doppiogiochisti e pericolosi, invidia, misteri..
E se questo non bastasse, troviamo un amore tormentato, quello che ti fa sentire le farfalle nello stomaco, quello che ti fa smettere di respirare per più di un attimo e che rende il cuore ballerino.. Quell’amore che è il più bello e sicuro di tutto l’universo ma che un bel giorno ti accorgi che è fragile come cristallo e, come tale, si infrange in mille pezzi.
E se nonostante tutto nemmeno questo bastasse, vi posso assicurare che non mancheranno le risate: Gwen è un portento, un’eroina davvero azzeccata per i miei gusti, che mi ha fatto morire dal ridere per tutto il libro.
Dolce ed ingenua, testarda al punto giusto, magnificamente ironica, ha dato il meglio di sé quando, con il contributo del punch di Lady Brompton, ha intrattenuto una sala da ballo piena di persone del XVIII secolo cantando Memory di Barbara Streisand, lasciando gli invitati un po’ perplessi ma al tempo stesso entusiasti tanto da chiederne il bis ^_^
E che dire di Gideon? Vi può bastare se vi dico che vorrei anch’io fare un bel salto temporale e tornare ai mie sedici anni??
Per ultimo lascio il mio personaggio preferito che insieme a Gwen hanno reso questo libro irresistibile: Xemerius, fantasma e demone-doccione che è tutto un programma! Personaggio azzeccatissimo che risoleverebbe il morale a chiunque, mai fastidioso, ben dosato e presente nel posto giusto al momento giusto!
Finale al tempo stesso bello e tormentato che promette tachicardia e iperventilazione per il prossimo e conclusivo libro.
Che altro dire??
Ah, si.. LEGGETELO!!!


 
  
Si conclude così una delle più belle trilogie YA degli ultimi tempi lasciandoci però, soddisfatti e con il cuore, di marzapane, gonfio di felicità.



L'Autrice
 
 Kerstin Gier è nata nel 1966 e vive con il marito e il figlio a Bergisch Gladbach, in Westfalia. Alla sua attività di insegnante ha affiancato nel 1995 quella di scrittrice.Green è il terzo libro pubblicato in Italia dopo Red e Blue. In europa Kerstin Gier è già un fenomeno da record con quasi 3 milioni di copie vendute in 22 Paesi. Di prossima pubblicazione presso Corbaccio "In verità è meglio mentire", bestseller in Germania e definito da Bild, il "miglior antidoto contro la luna storta".


 

1 commento:

foschia75 ha detto...

Si vede e riesci a trasmetterlo, quando un libro ti ha rapita dentro le sue pagine! Bravissima!